CHARDONNAY BIOLOGICO “PAESAGGI” IGT – PIERA MARTELLOZZO…UN BIANCO DA UNA BOTTA E VIA

Lo Chardonnay è un vitigno internazionale da milionate di bottiglie annue in tutto il mondo, è un motivo ci sarà. Bel colore, ottimo profilo aromatico, che a seconda delle declinazioni enologiche si apre in frutta dolce oppure in note di burro…in sostanza odore di agnolotti burro e salvia, giusto per darci un tono.

Questa bottiglia mi ha colpito subito per l’eleganza dell’etichetta, una ammiccante signorina ben vestita per andare al primo appuntamento. Poi alla vista del certificato biologico, confesso, ho avuto un po’ di farfalle nello stomaco. Al colore un bel giallo limpido, brioso, non slavato come tanti concorrenti. Come aroma si colloca decisamente di più sulla nota fruttata di pera matura e mela, con un pizzico di vaniglia dolce, un po’ noiosa. Io l’ho bevuto fresco sui 10 gradi e la sensazione in bocca è di un vinello poco acido, poco persistente ma che, come dire, va giù senza troppi problemi. Ecco, direi che se dovessi dare una categoria di consumo sarebbe certamente la #ciuccaestiva, sotto un bel sole a picco, aggiungerei anche di quelle violente con dei bei postumi. Passata l’emozione del primo incontro però il vino si scalda e si sente l’amarognolo sul fondo e una quantità di zuccheri residui consistente. Insomma questo Chardonnay mi fa venire in mente una ragazza ben truccata e con molto profumo alla vaniglia da 4 soldi, all’inizio piace, seduce, poi ti rendi conto che sotto tutto quel fondotinta e quel rossetto c’è una Miss Fritto Misto travestita da Miss Colombia. Consigliato per una botta e via, basta non rimanere per la colazione il giorno dopo.

 

Published by

Nicole

Dopo 5 anni di liceo classico ho lasciato di sale professori e famiglia iscrivendomi alla facoltà di enologia, che continuo tutt'ora nel campo del marketing. Mi piace raccontare i vini e il mondo dell'enogastronomia con semplicità e ironia, rendendoli accessibili e accattivanti ai meno esperti. Spero un giorno di poter trasformare questa passione in un lavoro...così da giustificare finalmente tutte le mie mangiate e bevute.